CONVENZIONE DI COOPERAZIONE 4M / AFM / AMI

(CONVENTION DE COOPÉRATION)

(testo originale in lingua francese; traduzione a cura dalla redazione) a cura del Consiglio di Amministrazione AMI

Premessa

Le nostre tre associazioni condividono scopi sociali simili e preoccupazioni comuni. Esse raggruppano persone animate dalla stessa passione per la micromineralogia, esercitata in un ambito amichevole. La nostra vicinanza geografica favorisce già degli scambi fra gli appassionati dei nostri tre paesi e non abbiamo atteso la costruzione europea per stabilire, da molti anni, relazioni solide con i nostri vicini, I responsabili delle nostre tre associazioni lavorano per permettere ai propri membri di praticare le loro attività nelle condizioni migliori. Oggi ci siamo domandati ciò che le nostre associazioni potevano reciprocamente darsi come contributo e un gruppo delle tre associazioni si è riunito per riflettere sui mezzi per rafforzare i nostri legami. Il risultato è un testo, certamente molto aperto che vuole essere una dichiarazione forte della nostra volontà di operare insieme per lo sviluppo delle nostre attività e dei legami di amicizia che ci uniscono, in un quadro che superi le frontiere dei nostri rispettivi paesi.

TRA:

L'Association des Micromonteurs de Minéraux de Montigny-le-Tilleul, di seguito denominata "4M", riconosciuta come associazione senza scopo di lucro secondo la legge belga, il cui statuto è apparso nell’Annexe du Moniteur Belge il 7/5/1981 sotto il numero d'identificazione 3617/81, aven-te sede sociale in 2, avenue des Eglantines, B-6110 Montigny-le-Tilleul, Belgio, reppresentata da: André Foucart, presidente, 2 avenue des Eglantines, B-6110 Montigny-le-Tilleul, Belgio e Francis Hubert, vice-presidente, 70 rue de Marbaix, B-6110 Montigny-le-Tilleul, Belgio;

E:

L'Association Française de Microminéralogie, di seguito denominata "AFM", riconosciuta come associazione "Legge 1901" secondo la legge francese, dichiarata alla Prefettura di Parigi il 31/12/1984, avente sede sociale pres-so l'ENSMP, 60 Boulevard Saint Michel, F-75272 Paris Cedex 06, Francia, rappresentata da: Georges Favreau, presidente, 421, Avenue Jean Monnet, F-13090 Aix en Provence, Francia e Jean Luc Designolle, vice-presidente, 10, rue du Lac, F-38230 Charvieu-Chavanieux, Francia e Alain Steinmetz, vice-presidente, 72, route de la Wantzenau, F-67000 Strasbourg, Francia;

E:

L'Associazione Micro-mineralogica Italiana, di seguito denominata "AMI", riconosciuta come associazione secondo il Codice Civile della Repubblica Italiana, registrata al n°. 4115, serie 3, dell’Ufficio del Registro di Cremona, Codice Fiscale n° 93041990198, avente sede sociale in via Gioconda, 3 I-26100 Cremona, Italia, reppresentata da: Marco Ciriotti, presidente, via San Pietro, 55, I-10070 Devesi-Ciriè TO, Italia e Pier Giuseppe Prandoni, vice-presidente, via Roma, 47, I-20025 Legnano VA, Italia;

SI CONVIENE:

Attivazione della cooperazione:

Le tre associazioni si accordano con la presente convenzione per realizzare una collaborazione volta a rinsaldare i propri legami con tutti i mezzi adeguati, fra i quali:

a) creando condizioni favorevoli agli incontri tra le persone :

1) Con la partecipazione di loro rappresentanti agli eventi che contraddistinguono la vita delle loro rispettive associazioni,

2) favorendo l’accesso dei membri di ogni associazione alle manifestazioni

organizzate dalle altre associazioni.

b) Favorendo lo scambio di conoscenze:

3) per mezzo di collaborazioni su operazioni di diffusione dell’informazione (articoli e piccoli annunci, risultati di analisi, gestione della documentazione,annuari, siti internet, ecc.),

4) tramite lo scambio delle loro ripettive pubblicazioni:

Le Magazine du 4M,

Le Cahier des Micromonteurs,

Micro.

c) Procedendo ad una riflessione comune nel contesto europeo, e in particolare interessandosi all’avvicinamento ai micromineralogisti di altri paesi. Ulteriori azioni volte a rinsaldare i legami potranno essere considerate. Resta inteso che la realizzazione dettagliata delle azioni comuni in seno ad ogni associazione, e in particolare l’assegnazione di mezzi e relativi responsabili, è a discrezione di ciascuna associazione

Entrata in vigore della presente convenzione:

Le tre associazioni procederanno all’esame di questa convenzione secondo le disposizioni incluse nei loro statuti e relative alle relazioni esterne. La convenzione avrà effetto allorchè l’insieme delle associazioni coinvolte vi aderirà.

Applicazione della convenzione e arbitraggi:

Il presidente di ogni associazione, o il responsabile delle relazioni esterne previsto dallo statuto sociale, ha l’incarico dell’applicazione della convenzione in seno alla propria associazione. Egli è la persona autorizzata a effettuare per conto dell’associazione la ratifica e il prosieguo delle azioni di cooperazione. Egli è ugualmente autorizzato a discutere le evoluzioni della presente con-venzione e questa, eventualmente rivista, sarà sottoposta alle stesse regole di entrata in vigore dell’attuale edizione. Si conviene che le decisioni comuni sono prese per accordo diretto tra le associazioni coinvolte e non è previsto alcun organo di arbitraggio. L’adesione alla convenzione non ha effetto sugli statuti delle associazioni coinvolte e non introduce alcun obbligo al di fuori di quelli liberamente ed esplicitamente accettati da ciascuna associazione.

Estensione della convenzione ad altri partner:

Si conviene che l’entrata di un’altra associazione richiede l’accordo dell’insieme delle associazioni attualmente coinvolte.

Termine della presente convenzione:

Ciascuna associazione è libera di porre fine alla presente convenzione con semplice lettera indirizzata all’insieme dei suoi partner. La convenzione sarà ritenuta non più esistente nel momento in cui non comprenderà che una sola associazione.

Pubblicazione:

Le associazioni gemellate decidono di pubblicare il testo che ufficializza questa cooperazione con un testo comune e simultaneo pubblicato sui rispettivi periodici e su tutti i periodici ai quali esse hanno accesso, nonchè sul proprio sito Internet.

Firmato: 4M: André Foucart, Francis Hubert; AFM: Georges Favreau, Jean Luc Designolle, Alain Steinmetz; AMI: Marco E. Ciriotti, Pier Giuseppe Prandoni.

Settembre 2004